Flavio, 19 anni: Il senso di colpa per aver tradito la mia ragazza

Ragazza traditaVorrei subito precisare che amo la mia ragazza più di qualsiasi altra persona al mondo e non farò mai più qualcosa che possa ferirla.
Non l’ho nemmeno “tradita” in senso vero e proprio.

Il fatto è che, nonostante la giovane età, facciamo coppia fissa già da 4 anni.

Ovviamente, questo significa che, quando ci siamo messi insieme, ero ancora più giovane (avevo 15 anni).

Allora non sapevo quant’è raro e prezioso ciò che abbiamo: io sono stato il primo uomo con cui lei ha fatto l’amore e lei è stata per me la prima donna.
La nostra è una relazione veramente speciale. Certo, non è perfetta, ma non credo che esistano relazioni perfette.

Comunque sia, ho sempre avuto dei problemi ad accettare l’idea di andare a letto con una donna sola per tutta la vita. Indubbiamente credo di essermi lasciato influenzare dalle cose che si sentono dire in giro, della serie: bisogna godersi la gioventù, fare tante esperienze e imparare a soddisfare sessualmente una donna altrimenti lei poi ti lascia, eccetera eccetera.

Vincitore del test “Avventura”

Adultfriendfinder Logo

Trova una relazione bollente su AdultFriendFinder

 

Discreto e sicuro

Elevata percentuale femminile

Oltre 75 milioni di membri

Trova relazioni ❱❱
Sono stato un idiota a non capire che cosa stavo mettendo in pericolo, seguendo questi consigli da quattro soldi.
Non ho mai pensato a quanto male stavo facendo alla mia ragazza.

Per farla breve: nei 4 anni della nostra relazione ho colto l’occasione per pomiciare con altre ragazze ogni volta che ho potuto. Non ho mai fatto sesso con loro, solo petting abbastanza spinto.

Non è una giustificazione, ovviamente. Anche perché ho toccato il fondo quando una volta sono andato con una prostituta perché volevo sapere cosa si prova a fare sesso con una sconosciuta.

Ebbene, dopo quell’esperienza posso dire che fa schifo. Certo, il sesso senza amore è più selvaggio e disinibito, soprattutto se lo fai con una donna che ha molta esperienza, ma in fin dei conti ti fa provare molto meno piacere del sesso che fai con la ragazza che ami.

È solo da un paio di mesi che mi sono reso conto che la mia ragazza è la persona con la quale voglio passare il resto della mia vita, e ho capito la gravità degli errori che ho commesso.

A volte mi sento così in colpa che mi sembra di impazzire. Se per caso qualcuno accenna al tema „tradimento“ in una conversazione, mi viene la tachicardia e comincio a sudare freddo.
Vorrei confessare tutto alla mia ragazza, ma prima di tutto non ne ho il coraggio, poi so che lei non mi perdonerebbe mai, e infine penso che sarebbe davvero ingiusto da parte mia farla soffrire così tanto solo per pulirmi la coscienza.

Ma se un giorno mi troverò di fronte a lei all’altare, come potrò darle il mio giuramento sapendo che ho fatto tutte quelle porcherie delle quali lei non sospetta nulla?

Sono un grandissimo stronzo. Perché la maggior parte di noi uomini è così primitiva e obbedisce solo al proprio istinto di riproduzione?

Non amerò mai un’altra donna come amo la mia ragazza, e so per certo che non potrei mai essere felice senza di lei.

Purtroppo non posso cambiare il passato. Non posso cancellare il male che le ho fatto. So di dover agire, ma come?

Posso solo raccomandare questo a tutti coloro che stanno leggendo le mie parole: se amate davvero il vostro partner, controllatevi e non fate cazzate!

Ho un bisogno disperato di un buon consiglio da parte di qualcuno che sappia di cosa sto parlando.

Anche di interesse:

  1. Tradimento: 7 consigli contro il senso di colpa
  2. Racconto del tradimento di Giovanni, 27 anni, di Torino
  3. Relazione del tradimento di Luca, 34 anni, da Bologna
  4. Emanuele, 25 anni, Genova: la collega bionda
  5. Donna, 47 anni, di Sanremo, racconta il suo tradimento