Resoconto personale del tradimento di Marco di Bari

Resoconto BariSono Marco e ho 24 anni. Vengo da Bari e, fino a poco tempo fa, avevo una ragazza fissa da diversi anni. Avevamo una bella relazione: eravamo sulla stessa lunghezza d’onda, ridevamo un sacco insieme e abbiamo condiviso tante esperienze.

Un giorno però, alla festa di un mio amico, ho conosciuto Luisa. Era completamente diversa da Nina, la mia ex ragazza. Certo, Nina era simpatica e profonda, ma anche incredibilmente complicata e cervellotica. Con lei non si poteva fare nulla di impulsivo perché prendeva sempre tutto sul serio. Purtroppo aveva questo comportamento anche a letto.

Per lei sarebbe stato il massimo se avessimo pianificato per filo e per segno anche i rapporti. Farlo spontaneamente non era assolutamente possibile e io avevo sempre la sensazione che per lei si trattasse più di un dovere che di un piacere. Ha sempre giurato che le piaceva fare l’amore con me, ma sinceramente a me dava tutt’altra impressione. Non ne ho mai fatto un dramma, ma dentro di me speravo che le cose cambiassero. Quando ho conosciuto Luisa, lei mi ha subito affascinato. Aveva un’aria raggiante e spensierata. Mi piaceva molto e proprio per questo mi ero ripromesso di evitarla.

Vincitore del test “Avventura”

Adultfriendfinder Logo

Trova una relazione bollente su AdultFriendFinder

 

Discreto e sicuro

Elevata percentuale femminile

Oltre 75 milioni di membri

Trova relazioni ❱❱
Non volevo cadere nella tentazione e ho pensato che sarebbe stato meglio ignorarla. “Purtroppo”, però, è stata lei a fare il primo passo. Siamo subito andati d’accordo e, se Nina non mi avesse chiamato al cellulare proprio in quel frangente, mi sarei addirittura dimenticato che esisteva. Davanti a Luisa ho fatto finta che si trattasse della telefonata di una semplice amica.

A essere sinceri, volevo tenermi aperte tutte le possibilità, anche se sapevo perfettamente che cosa stavo rischiando. Dopo un po’ Luisa mi ha chiesto se volevamo incontrarci di nuovo. Dapprima ero così insicuro che ho cercato di tergiversare, ma alla fine ho detto: „Certo, perché no!“ . Ci siamo dati appuntamento per il giorno seguente, in un ristorante carino. Quando ho rivisto Nina dopo la festa, lei si è accorta che c’era qualcosa di strano e mi ha subito chiesto che cosa avessi. Io le ho detto che era tutto ok, e che ero solo molto stanco.

Prima dell’appuntamento con Luisa ero nervosissimo. Avevo impiegato un sacco di tempo a decidere come vestirmi. E questo nonostante mi fossi ripetuto più volte che si trattava solo di una cena amichevole e che non sarebbe successo nulla di più.

Pensavo veramente di essere così forte e responsabile da riuscire a controllarmi. Il destino ha voluto che proprio quel giorno Nina avesse un incontro di lavoro parecchio fuori città, il che significava che avrebbe pernottato in un albergo.

Quando sono giunto al ristorante Luisa era già lì ad aspettarmi ed era così bella… In quel momento è diventato chiaro come sarebbe andata a finire la serata. Non volevo certo forzare la situazione, ma, se fosse successo qualcosa, non mi sarei opposto. Durante la cena abbiamo constatato di avere una miriade di cose in comune e tra noi è scattata la scintilla…

Credo di non essere mai stato così attratto da una donna come da Luisa quella sera. Abbiamo entrambi bevuto parecchio e, mentre uscivamo dal ristorante, Luisa mi ha chiesto se volevo andare da lei. Io ho risposto di sì. Avevo giurato a me stesso che avrei solo dato un’occhiata al suo appartamento e poi sarei tornato a casa, ma non appena lei ha chiuso la porta alle nostre spalle, non siamo più riusciti a contenere il nostro desiderio e ci siamo amati. È stato bellissimo e mi sono sentito felice e come inebriato non solo mentre lo facevamo, ma anche per molto tempo dopo.

Gradualmente, però, la consapevolezza di quello che avevo fatto a Nina si faceva sempre più forte e con lei il senso di colpa. Luisa si è accorta che ero pensieroso e mi ha chiesto spiegazioni. Non mi sono trattenuto e le ho raccontato tutto. Era furiosa con me perché le avevo nascosto di avere una ragazza. Ha aggiunto che, se l’avesse saputo, tra noi non sarebbe mai successo niente.

La situazione dispiaceva anche a me, ma, allo stesso tempo, sapevo perfettamente che l’avrei rifatto senza pensarci su due volte. Ho provato a dirglielo, ma lei era così arrabbiata che si è messa a urlare di non voler mai più rivedermi. Mi ha spezzato il cuore, ma una parte di me sapeva che lei aveva ragione. Non avrei dovuto mentirle, e non si dovrebbe mai cercare di iniziare una nuova relazione nascondendo la verità.

D’accordo, in questo caso non si è trattato di una relazione, ma le stesse regole dovrebbero valere sempre e comunque, anche se si tratta solo di una nuova conoscenza. Luisa mi ha girato le spalle e non mi ha più detto una parola. Io ho preso le mie cose e me ne sono andato.

Da allora non più visto Luisa. Non riesco a smettere di pensare a lei, anche se so che dovrei dimenticarla e andare avanti con la mia vita. Per quanto riguarda Nina… Ci siamo lasciati. Non ce l’ho fatta e le ho confessato tutto l’accaduto non appena è tornata dal suo viaggio di lavoro. Comprensibilmente, era molto ferita e adirata, ma mi ha detto di non voler rinunciare a me e che avremmo dovuto cercare di salvare la nostra relazione.

Quindi siamo rimasti insieme per un paio di mesi, ma a un certo punto abbiamo dovuto ammettere che la mia infedeltà aveva rovinato il rapporto in modo irreparabile. Ci sono coppie che riescono ad andare avanti come e meglio di prima dopo un tradimento. Io e Nina purtroppo non rientriamo in quella categoria. Col senno di poi, credo che non sia poi stata una grande perdita, perché Nina non era la donna giusta per me. Certo, era intelligente e spiritosa, ma sotto molti altri aspetti semplicemente non eravamo fatti l’uno per l’altra. E quando l’amore non è forte abbastanza, non può durare.

Il tradimento è stata un’esperienza eccitante, ma non lo rifarei. Bisognerebbe avere delle avventure solo quando si è single. O almeno questa è la conclusione alla quale sono giunto io.
 

Anche di interesse:

  1. Testimonianza personale di Sandra, 23 anni, Milano
  2. Resoconto del tradimento di Mauro, 53 anni, di Milano
  3. Il più grande errore della mia vita – Il mio resoconto
  4. Racconto del tradimento di Emilia, 35 anni, di Genova
  5. Racconto di un tradimento-la mia avventura (Federica, 23)